CIEM IMPIANTI - Ingegneria per l'ambiente  
   
 
       
 

Sedimentazione secondaria Chiariflocculazione - Ispessimento fanghi

Sedimentazione secondaria Chiariflocculazione  Ispessimento fanghi
Disoleazione

 

 

 

Sedimentazione secondaria Chiariflocculazione - Ispessimento fanghi - Disoleazione

Con la sedimentazione i solidi più pesanti dell'acqua vengono separati sotto forma di torbida ad elevata umidità (fango). La si definisce sedimentazione primaria (o chiarificazione) se rivolta alla rimozione dei solidi già presenti in forma decantabile nei reflui alimentati che precipitano secondo la legge di Stokes; se preceduta da una fase di coagulazione-flocculazione, essa consente di intervenire anche sul materiale sospeso non decantabile e sugli oli emulsionati. Su questo principio si basa anche la dissabbiatura.

La sedimentazione secondaria (o di massa) si colloca a valle dei reattori biologici per separare il refluo trattato dalle biomasse in esso sospese, consentendone l'eventuale ricircolo. Ulteriori fasi di sedimentazione possono essere inserite nell'ambito dei trattamenti di affinamento (post-precipitazione del fosforo) e in numerosi cicli di depurazione industriale a valle di processi di precipitazione chimica (ad es. reflui di origine galvanica, trattamento acque di prima pioggia, separazione di materiali inerti [marmo, granito, sabbia], settori tessile, conciario, chimico, ceramica, lavorazioni metalliche, verniciatura industriale, tintura).

Sul processo di sedimentazione di massa si basa anche l'ispessimento a gravità dei fanghi.
DISOLEAZIONE O SGRASSATURA  -   Oli e grassi sono presenti in tutti gli scarichi civili, specialmente in quelli di utenze particolari (quali ristoranti, trattorie, mense aziendali) e sono tipicamente presenti in molte acque di rifiuto industriali che possono essere collegate al sistema fognario (fabbriche, officine, autorimesse ... ).

La loro rimozione risulta necessaria, prima dell'immissione in qualsiasi corpo idrico naturale, per i negativi effetti estetici che essi inducono, oltre che per i danni che provocano alla flora e alla fauna. Nel contempo, il loro abbattimento risulta opportuno quale trattamento preliminare prima di qualsiasi altro trattamento depurativo, per i problemi che possono indurre nel processo stesso, soprattutto nei trattamenti 'biologici, ove interferiscono con i meccanismi di assunzione del cibo e di respirazione dei microrganismi che presiedono alla depurazione.

Tutti i processi di disoleazione sfruttano la tendenza delle gocce di olio e delle particelle di grasso a flottare nell'acqua, in conseguenza della loro minore densità, con velocità ascensionali dell' ordine di 5-:-15 m/h, utilizzando poi sistemi vari per la separazione e la raccolta finale.


 
         
 
 
  CIEM IMPIANTI srl
Via H.B. Stendhal, 7 - 21100 Varese Italy
Tel. +39 0332 831 776 - Fax +39 0332 319 278
info@ciemimpianti.com - P.IVA 03040480125