CIEM IMPIANTI - Ingegneria per l'ambiente  
   
 
         
 

Impianto industriale

Impianto MBR

Microbioflottazione V1

Vasca equalizzazione V0

Separatore Solido/Liquido G

Gruppo pompe Ossigenazione

Scarico solido a platea

 

 

Impianto di trattamento liquami zootecnici

L’impianto di trattamento_liquami_zootecnici installato e funzionante dal 2004 presso l’Azienda Agricola Cascina Pozzo della Soc. Agr. Gruppo Ciemme in provincia di Cuneo, è costituito da una vasca di equalizzazione iniziale, da una fase di separazione meccanica solido/liquido con un separatore - compattatore e dalla vasca di Microbioflottazione. Il processo di rimozione dell’azoto avviene biologicamente in questa unica vasca senza l’utilizzo di alcun prodotto chimico. Di seguito lo schema di flusso di un impianto per l’abbattimento_dell’azoto al fine del rispetto della direttiva 91/676/CEE (Direttiva Nitrati).
Schema impianto Microbioflottazione

Separazione Solido/Liquido
In questa fase di trattamento_i_liquami_zootecnici provenienti dalla raccolta nelle stalle (dopo omogeneizzazione in apposita vasca) e/o il digestato da processo anaerobico, vengono convogliati ad una vasca V di equalizzazione (HRT = 3÷4gg). Dalla vasca V la miscela è alimentata alla prima fase di trattamento di separazione solido/liquido G. La parte solida (8-10% p/p al 25-30% di sostanza secca) viene raccolta e stoccata in platea e la frazione liquida viene scaricata in una vasca di pompaggio V0. Da qui viene pompata in modo controllato alla vasca di trattamento di Microbioflottazione.

Microbioflottazione
La successiva fase di trattamento dei_liquami_zootecnici avviene nella vasca V1 dove ha luogo il processo di “Microbioflottazione” di abbattimento azoto.
La vasca è attrezzata con il nostro sistema di aerazione brevettato, dotato di un opportuno numero di ossigenatori.
Gli ossigenatori, sono collegati ad una rete idraulica in acciaio inox alimentata da una pompa centrifuga che mantiene in pressione il sistema di aerazione brevettato. Il sistema può trasferire alla massa liquida contenuta nella vasca di trattamento una quantità di ossigeno differente in funzione della domanda di ossigeno e della portata di liquame in ingresso.
Il processo di Microbioflottazione, in una prima fase aerobia, metabolizza il carico organico (COD) e nitrifica l’ammoniaca a nitriti e nitrati. In una seconda fase anossica i nitrati e nitriti vengono ridotti, in ambiente privo di ossigeno (denitrificazione), ad azoto molecolare (N2 è la componente principale dell’aria pari al 78% v/v) che si libera in atmosfera. Il liquame con una riduzione dell’azoto del 70÷80% viene pompato poi in modo controllato alle vasche di stoccaggio dalle quali sarà inviato allo spandimento.

Ulteriori trattamenti dei liquami zootecnici
Il liquame in uscita dalla fase di Microbioflottazione può essere inviato ad una ulteriore fase di trattamento. Quest’ultima fase è progettata in funzione delle esigenze di trattamento e/o di recupero dell’acqua:

  • Trattamento fisico-meccanico:
    • Descrizione: separazione, più o meno spinta, della frazione solida e in sospensione dal liquame tramite sedimentazione o filtrazione;
    • Applicazione: ulteriore riduzione di fosforo, COD e SS.
  • Trattamento fisico-chimico:
    • Descrizione: vengono combinati processi chimici, quali dosaggio di coagulanti e flocculanti, con processi fisico meccanici, quali sedimentazione e filtrazione, allo scopo di ottimizzare i consumi di prodotti chimici incrementando l’efficienza di abbattimento ;
    • Applicazione: ulteriore riduzione di azoto, fosforo, COD e SS.
  • Trattamento biologico-fisico-chimico:
    • Descrizione: viene integrato il trattamento descritto al punto precedente con un sistema MBR in tre fasi anaerobico-aerobico-anossico;
    • Applicazione: depurazione completa e recupero acqua per riutilizzo.
 
         
 
 
  CIEM IMPIANTI srl
Via Torquato Tasso, 39 - 21100 Varese
Tel. +39 0332 831 776 - Fax +39 0332 319 278
info@ciemimpianti.com - P.IVA 03040480125